India: il nucleare va avanti, ma a passo d’Elefante

L’Elefante si muove in una cristalleria. È questa l’immagine che raffigura alla perfezione la superpotenza indiana proiettata verso un XXI secolo da sicura protagonista nonostante la grande fame di risorse energetiche che la rende estremamente vulnerabile. La crescita industriale del “paese della ruota” necessita di approvvigionamenti sicuri in grado di affrancarlo da una situazione di deficit elettrico che ne condiziona … Continua a leggere

Armenia:l’ eterno conflitto per il Giardino Nero della Montagna

In Armenia il mese di febbraio è coinciso con le elezioni presidenziali, con le quali una popolazione di meno di tre milioni di abitanti ha scelto il successore dell’uscente Robert Kocharyan, già al suo secondo mandato e quindi ormai ineleggibile, come previsto dalle norme del paese. L’ormai ex presidente, pertanto, ha prestato il proprio sostegno all’attuale primo ministro Serzh Sarksyan … Continua a leggere

Thailandia: l’ araba fenice di Bangkok

A volte ritornano. E così, il 28 febbraio anche Thaksin Shinawatra (nella foto) è tornato nella sua home land, pagando una cauzione di 170.000 euro, e dopo aver ringraziato tutti si è infilato in una delle limousine del lungo corteo di lussuose auto blu che lo hanno portato alla sede della Corte Suprema. Qui gli è stato rilasciato, di fatto, … Continua a leggere

Sri Lanka: riprende una guerra che dura da trent’ anni

Trent’anni di lotta per un conflitto che non ha mai messo realmente in gioco gli interessi delle grandi potenze. Trent’anni di vita per un movimento separatista che è sempre stato espressione di una minoranza autoctona intorno a rivendicazioni politiche, religiose e linguistiche, in un intrecciarsi di vicende legate alle esperienze di una potente organizzazione transnazionale, le “Tigri di liberazione dell’ … Continua a leggere

Russia: missione compiuta per Putin

Vladimir Putin, ormai ex presidente russo, può ritenersi soddisfatto del lavoro svolto al Cremlino. Piaccia o no, è riuscito a ottenere tutti i risultati che aveva stabilito otto anni fa quando Eltsin lo aveva investito del ruolo di suo successore: ora che è lui a doversi fare da parte, lascia un paese in una condizione invidiabile rispetto a quella che … Continua a leggere